CARISMA UTILIZZA LA STAMPANTE MASSIVIT 3D PER IL LANCIO DEL NUOVO FILM GHOSTBUSTERS

Massivit3D Stampa 3D grande formato

L’Azienda americana, attiva nel grande formato, ha prodotto spettacolari grafiche in 3D in formato 4 metri per promuovere la nuova commedia “soprannaturale” di Sony Pictures.

Massivit 3D Printing Technologies ha annunciato che Carisma, l’azienda di stampa di grande formato con sede a New York, ha creato 10 grafiche stampate in 3D di grande impatto per promuovere il film della Sony Pictures, Ghostbusters, utilizzando la sua stampante 3D Massivit 1800.

Per la campagna promozionale, Carisma ha prodotto 10 immagini stampate in 3D, nel formato di 4.27 metri, dell’iconico simbolo ‘No-Ghost’, che viene utilizzato come logo del film.
I 10 modelli sono stati stampati in 3D con robusto materiale Dimengel dieci giorni prima di essere affissi e illuminati a copertura di autobus a due piani e utilizzati a livello nazionale, durante la campagna pubblicitaria durata un mese.

…e chi chiamerai?
Secondo Moshe Gil, Fondatore e CEO di Carisma, il gigante dell’intrattenimento si è rivolto all’esperienza di Carisma per produrre una campagna visivamente accattivante capace di “far girare la testa al pubblico” in occasione dell’uscita del fim.

“Quando si tratta di creare progetti splendidi, con effetto wow garantito, capaci di catturare l’attenzione e creare scalpore, allora la nostra stampante 3D Massivit 1800 è la scelta migliore”, afferma Gil. “Decorazioni di autobus capaci di catturare l’attenzione non sono una nuova area di applicazione per aziende come la nostra, ma la capacità di offrire versioni stampate in 3D apre nuove frontiere creative per questo settore.”
Gil ha raccontato che, a causa di molti progetti di sign & display intrapresi dalla società, il suo team ha dovuto lavorare in un breve lasso di tempo di produzione, ma grazie alle capacità della Massivit 1800, è stato in grado di completare e installare il lavoro in tempo.

Per fortuna la combinazione tra l’elevata velocità della stampante e il materiale robusto ci ha permesso di produrre rapidamente dieci modelli identici che vantavano una durata e una resistenza di un mese all’aperto su strada“, spiega.

“L’impatto delle decorazioni sugli autobus è stato incredibile, soprattutto di notte quando il pubblico era attirato dal bagliore misterioso”, aggiunge. “Ancora più importante, il nostro cliente ha apprezzato il fatto che il progetto abbia raggiunto l’obiettivo: ottenere enorme risonanza in vista del lancio del film”.

Big. Bold. Blockbuster
La campagna per Ghostbusters di Carisma segue un precedente progetto con Sony Pictures, in cui l’azienda era stata incaricata di produrre sorprendenti decorazioni visive simili in 3D per il film Angry Birds.

“Sony Pictures era così soddisfatta dell’attenzione generata intorno alla campagna del film Angry Birds che ha cercato qualcosa di simile per Ghostbusters”, spiega Gil. “Come imprenditore, mantenere i clienti eseguendo un’attività ripetitiva è critico e questo è un chiaro esempio di come la stampante Massivit 3D ci permetta di fare esattamente ciò.”

Aggiungere una nuova dimensione
In passato, Carisma ha prodotto applicazioni di grande formato utilizzando supporti misti tra cui supporti acrilici retroilluminati, pannelli in PVC e immagini lenticolari. Secondo Gil, la stampante 3D Massivit 1800 ha aggiunto una nuova dimensione alla sua attività e ha migliorato in modo significativo la sua capacità di servizio. L’azienda può ora cambiare “le carte in gioco”, mixando elementi 3D con applicazioni 2D tradizionali per ampliare le possibilità creative dell’ampio portafoglio di clienti. Tra questi vi sono multinazionali del calibro di Macy’s, Disney e Samsung.
“Prima che la stampante 3D Massivit 1800 fosse lanciata c’era una lacuna sostanziale sul mercato per una soluzione capace di produrre modelli di grandi dimensioni, con tempo di risposta ultra-veloce,” spiega. “In qualità di azienda innovativa, pensiamo sempre fuori dagli schemi e questo è ciò che ci ha portato a Massivit 3D. La Massivit 1800 offre un nuovo livello di creatività e, rispetto al passato, amplia ulteriormente le nostre capacità di progettazione”.

Lilach Sapir, Vice Presidente Marketing & Business Development di Massivit 3D, conclude, “Carisma è un primo esempio di una tipografia attiva nella comunicazione visiva e segmenti di grande formato che adotta la tecnologia di stampa 3D per migliorare il proprio vantaggio competitivo e costruire una base più ampia di clienti. La stampa 3D consente a tali aziende di produrre campagne visive sorprendenti in modo rapido e conveniente che spiccano tra la folla “.

Leggi l’articolo anche su Expostampa e su PrintPub

STAMPA 3D IN GRANDE FORMATO: CARISMA, UN CASO DI SUCCESSO

Massivit3D Stampa 3D grande formato

L’azienda americana Carisma, specializzata nella realizzazione di campagne pubblicitarie di grande dimensione, ha scelto di installare il sistema digitale 3D Massivit 1800. Grazie a questo, ha ottenuto un contratto con Sony per il lancio pubblicitario del film Angry Birds e ha realizzato una campagna di comunicazione mai vista prima.

Carisma è da sempre attiva nell’ambito della copertura dei veicoli e mezzi di trasporto con stampe in vinile.
Grazie al sistema di stampa 3D, questa azienda americana ha potuto dare nuovo valore ai propri stampati di grande formato,aggiungendo una “terza” dimensione ad alcuni elementi della grafica.
[…]
Carisma è costantemente alla ricerca di nuovi modi per migliorare il proprio modello di business e ampliare la propria base clienti. L’ azienda si è concentrata da subito su una particolare nicchia di mercato, quella della copertura degli autobus a due piani e altri automezzi, in particolare di grandi dimensioni. Questi veicoli sono in genere ricoperti da pubblicità in vinile, che vengono utilizzate dalle aziende multinazionali, come ad esempio Samsung o Macy’s, per trasmettere al pubblico messaggi promozionali. Negli ultimi 5 anni circa, i clienti sono stati sempre più coinvolti nel trovare nuove modalità di decorazioni in grado di catturare una maggiore attenzione da parte del pubblico. Queste decorazioni comprendevano tipicamente la stampa di supporti di grandi dimensioni piane con l’utilizzo di luci o tecnologie lenticolari. “Successivamente”, dice Fran Gidalowitz, “ci siamo messi alla ricerca di un nuova possibilità che ci consentisse di includere la stampa 3D nella nostra offerta di prodotti stampati… la Massivit 1800 ci ha offerto sia le dimensioni che la velocità di cui avevamo bisogno, in modo che si potesse adattare perfettamente al nostro modello di business”.
[…]
La campagna di maggiore successo di Carisma è stata il lancio del film Angry Birds, una comunicazione di forte impatto che si è fatta notare per la sua straordinaria creatività e la sua esclusività. Fran spiega così la nascita di questo caso di successo: “SONY Movie Studio si stava preparando a lanciare nei botteghini il recente film Angry Birds. Ci ha contatto alla ricerca di qualcosa di nuovo e accattivante, idealmente qualcosa che non fosse stato mai fatto prima per contribuire a promuovere il film ed emozionare il pubblico. Il nostro CEO, Moshe Gil, sapeva che questa era l’occasione di cui avevamo bisogno per presentare Massivit al mondo.
[…]
Al fine di catturare l’attenzione e far arrivare il messaggio, si sono creati i personaggi del film in tre dimensioni. Si è iniziato a progettare e realizzare degli elementi che uscissero fuori dal disegno e che avrebbero avuto un maggiore impatto visivo. Il designer 3D di Carisma ha scolpito il becco e gli occhi per ciascuno degli uccelli. Inoltre, prima di applicare il 3D, sono state inserite numerose decorazioni e nobilitazioni, in modo da ottenere l’effetto “wow” sull’osservatore.
Per realizzare questo progetto, Carisma ha avuto naturalmente tutto il supporto del team di Massivit 3D Technologies Company. Racconta Fran: “Un team di operatori di Carisma è stato inviato in Israele per apprendere tutto quanto fosse possibile sul sistema Massivit 1800.
[…]
“Nulla è più valido per dimostrare il successo di questa campagna – afferma Fran – se non l’entusiasmo di avere ottenuto un secondo contratto con Sony, soltanto un mese più tardi, per il lancio del tanto atteso film Ghostbusters”.

 

Leggi l’articolo completo su Metaprintart

Se ne parla anche su:

Graph Creative

DDM Digital Document

Converter

Let’s Drupa

PintPub

Per ulteriori approfondimenti visita il sito Massivit3d

Il 3D Massivit conquista DRUPA: 22 macchine vendute!

drupa-banner

Massivit 3D Printing Technologies ha mostrato nel padiglione dedicato alla stampa 3D, le possibilità applicative della sua nuova stampante, in grado di produrre con tecnologia additiva oggetti 3D di grandi dimensioni per il mercato del POP/POS e non solo, che si sono rivelati mezzi di comunicazione di grande appeal.

“Essere creativi!”
E’ un must della comunicazione visiva moderna e Massivit 3D lo ha capito bene e prima di altri. L’azienda infatti si è presentata alla kermesse di Düsseldorf con le sue applicazioni 3D di forte impatto visivo che non hanno potuto fare a meno di attirare le attenzioni dei molti visitatori. La società israeliana ha scelto drupa 2016 quale palcoscenico di eccellenza per dimostrare, in anteprima assoluta, le capacità della nuova stampante 3D Massivit 1800.
Grazie ad un accordo con il costruttore israeliano, NTG Digital, storico fornitore nel settore della stampa e della prestampa, distribuisce in Italia questi sistemi che consentiranno a: stampatori digitali, stampatori di espositori in cartone o durevoli, di aprirsi a nuovi mercati. Ignazio Binetti, direttore vendite e marketing, spiega “Massivit 1800 è una tecnologia unica che non ha eguali in questo ambito. La tecnologia Gel Dispensing Printing consente di stampare infatti oggetti di dimensioni H180xL150xP120 cm e con una velocità non paragonabile a nessun altro sistema di stampa 3D oggi esistente. Una stampante formato 3D di grandi dimensioni super-veloce come la Massivit 1800 è destinata a trasformare il modo di progettare la comunicazione attraverso i punti vendita.
A dimostrare l’entusiasmo con cui gli operatori del settore hanno accolto questa novità in fiera sono i numeri: 22 sono infatti i sistemi Massivit 1800 venduti negli 11 giorni di fiera.
Con una velocità di produzione fino a 35 cm di altezza all’ora, la stampante Massivit 1800 può realizzare oggetti 3D di alta qualità alti fino a 180 cm. I fornitori di stampa che cercano di ampliare la propria gamma di prodotti hanno oggi la possibilità di utilizzare questo nuovo sistema, capace di creare mezzi di comunicazione in grado di differenziarsi dallo standard pubblicitario attraverso il 2D.
[…]

UN CASO DI SUCCESSO
In occasione di drupa, il cliente americano Carisma, specializzato nella realizzazione di campagne pubblicitarie di grande impatto, ha raccontato la sua esperienza dopo l’installazione della prima Massivit 1800. L’azienda è attiva nell’ambito della copertura dei veicoli e mezzi di trasporto con stampe in vinile. Grazie al sistema di stampa 3D, Carisma ha potuto aggiungere valore ai propri stampati di grande formato, dando una “terza” dimensione ad alcuni elementi della grafica.
Moshe Gil, CEO di Carisma, ha spiegato: “Ho visitato Massivit in Israele e ho visto il sistema in azione, è stato qualcosa di magico. Ho subito capito che era questo quello che mi serviva per i miei clienti. La stampa 3D è sicuramente il futuro e ho voluto essere il primo a fare questo passo nel futuro”.
La campagna di maggiore successo di Carisma è stata il lancio del film Angry Birds, una comunicazione di forte impatto che si è fatta notare per la sua straordinaria creatività e la sua esclusività.

Leggi l’articolo completo su Converter

Se ne parla anche su 3dprintingcreative e Stampamedia

Approfondisci con la recensione di Let’s Drupa su MASSIVit

“Remise en forme”: intervista con Avner Israeli, CEO di Massivit 3D

Massivit3D Stampa 3D grande formato

La stampa 3D punta essenzialmente a trasformare i processi di produzione all’interno del mondo industriale e negli ultimi 30 anni si è evoluta costantemente verso tale cambiamento. Ora la tecnologia sta anche iniziando a presentare opportunità di applicazione fattibili per il settore del grande formato/del POP-POS e della comunicazione visiva. Siamo riusciti a parlare con Avner Israeli, CEO di Massivit 3D, per saperne di più sull’offerta della sua azienda e su come le attività in questo settore potrebbero trarre vantaggio dalla stampa 3D.

La stampa 3D continua a essere una delle parole in voga e come tale ha certamente ammaliato la mente delle persone; potrebbe descrivercela brevemente per coloro che ancora non la conoscono?
Certamente. Nonostante abbia fatto notizia tra alcuni dei media principali soltanto negli ultimi tempi, in realtà la tecnologia ha quasi trent’anni. Oggi si è consolidata tra i produttori più importanti del mondo in settori chiave come quello aerospaziale, automobilistico e medicale, oltre che in tanti altri. In questi settori la stampa 3D continua ad avere un impatto, principalmente per la prototipazione e la produzione a breve termine, ma anche, in misura crescente, per le parti destinate all’uso finale e per gli utensili della linea di produzione.

Bene, esiste da 30 anni, ma soltanto ora sta diventando improvvisamente popolare?
Non esattamente; la stampa 3D ha conosciuto una costante evoluzione nel tempo, ampliando i segmenti e i mercati o gli usi a cui è destinata, ma negli ultimi tempi si è davvero affermata come una tecnologia per rivoluzionare il modo in cui vengono fatte le cose. Questo può essere attribuito principalmente alle velocità di stampa assai maggiori e ai materiali sempre più avanzati. Questi fattori, insieme al progresso negli strumenti di modellazione 3D e ad altri sviluppi, le permettono di servire esigenze differenti. Dal momento che la stampa 3D è un processo additivo, rappresenta un’alternativa molto efficace ed economica ai metodi di produzione tradizionali.
Allo stesso modo, per l’industria grafica tradizionale, la stampa 3D ha la flessibilità, la velocità e il prezzo di vendita per aprire le porte a enormi nuove opportunità creative e condurre gli utenti verso un aumento dei profitti.

Sembra interessante e un passaggio armonioso all’offerta di Massivit 3D, la stampante Massivit 1800. Questa soluzione utilizza, tuttavia, un’altra variante della stampa 3D?
Esatto. Lo sviluppo di questa stampante ci ha visti essenzialmente “reinventare la stampa 3D”, con la creazione di una nuova tecnologia proprietaria, GDP (Gel Dispensing Printing). In maniera decisiva, ciò consente la solidificazione istantanea e una stampa ad alta velocità, alla base della quale c’è il gel di stampa esclusivo, il Dimengel. Ciò, insieme ad altre tecniche speciali, consente alla Massivit 1800 di stampare in modo molto rapido, in formati grandi e su soffitti e pareti non verticali, senza dover produrre un oggetto solido pieno o costruire strutture di sostegno intensivo.
Pertanto, stampando di meno per ottenere lo stesso risultato, la Massivit 1800 è in grado di aumentare notevolmente la velocità di stampa, riducendo allo stesso tempo anche i costi dei materiali e il peso del prodotto, il che è fondamentale per i vantaggi della movimentazione, il trasporto e lo stoccaggio dei materiali aggiuntivi.

Dunque, cosa offre la vostra soluzione a quelle aziende che stampano in grandi formati e a quelle che si occupano di insegnistica e cartellonistica a cui è rivolta, e perché i titolari delle imprese del settore dovrebbero mettersi comodi e prendere nota?
Semplicemente, perché essa offre qualcosa di diverso, qualcosa di nuovo. Essa rende possibile la creazione di progetti di comunicazione pubbblicitaria e cartellonistica stampati in 3D animati e appariscenti al di là di quelli che si possono ottenere con soluzioni di stampa di grande formato 2D. Con la capacità di produrre molto velocemente pezzi in 3D di alta qualità con altezze massime di 1,8 m (6 piedi), prevediamo che essa trasformi il modo in cui vengono creati i progetti di marketing, pubblicitari e tematici di alto livello.
Per i titolari delle aziende che si occupano di stampa di grande formato e cartellonistica, essa potrebbe aprire la porta a nuove opportunità di affari. L’industria della stampa rimane un ambiente difficile in cui operare e la necessità di una produzione a maggiore impatto
rispetto al fornitore successivo sarà un obiettivo costante per coloro che lavorano direttamente sul campo. Questo è un terreno familiare per i fornitori di stampa di grande formato, pertanto la capacità di differenziare la vostra offerta e arricchire la vostra gamma di applicazioni per i clienti si rivelerà sempre utile per voi nell’obiettivo di mantenere i clienti e aggiudicarsene di nuovi.
Va da sé che brand manager e marketing manager cercheranno sempre di massimizzare i loro budget con quanto più fattore sorpresa possibile. La capacità di offrire comunicazioni visive accattivanti dal valore aggiunto che meglio coinvolgano il pubblico ottiene questo risultato. Inoltre, ciò rende molto più facile coinvolgere (e successivamente mantenere) tali clienti.

L’opportunità del 3D rende la decisione d’investimento futuro per i fornitori di stampa di grande formato un po’ più difficile?
Penso che ciò dipenda dalle aspirazioni e dagli obiettivi strategici delle singole aziende. Un buon numero di vostri lettori sta già dirigendo aziende di successo e redditizie, avendo trovato la loro offerta di nicchia per i rispettivi clienti. Detto ciò, abbandonare la propria “comfort zone” per esplorare e aggiungere nuove applicazioni alla propria offerta e attività orientata al futuro fa sempre bene e aiuta a mantenere un vantaggio competitivo. In una certa misura, l’opportunità del grande formato 2D ha già raggiunto l’apice, in quanto a velocità di stampa e qualità di produzione, oltre alla gamma di progetti realizzabili e, cosa della massima importanza per gli stampatori, al livello di redditività che essa può generare.
Come tecnologia appena arrivata nel settore delle arti grafiche, i tempi sono ormai maturi per cogliere l’attimo e prendere l’iniziativa differenziando le proprie capacità di servizio e aggiungendo una nuova dimensione alla propria attività.

Cosa pensate che la stampa 3D tenga in serbo per il futuro di questo particolare settore?
Non ho una sfera di cristallo, ma penso che il modo in cui la tecnologia si è sviluppata in generale in altri settori sia presumibilmente un valido indicatore di dove le cose potrebbero essere condotte alla fine.
Questo vale anche per il settore del grande formato 2D tradizionale, che nel corso del tempo ha raggiunto velocità maggiori, migliorato la qualità di produzione e ampliato una gamma di substrati di stampa in continua espansione.
Sarei pertanto sorpreso se tra qualche anno non vedessimo più applicazioni 3D aggiuntive che dobbiamo ancora prendere in considerazione. Inoltre, queste saranno create probabilmente con velocità ancora maggiori, dimensioni di costruzione più grandi e, forse, più opzioni di materiale che porteranno il settore del grande formato e della pubblicità, più lontano su un terreno ancora inesplorato.

La stampante Massivit 1800 è stata mostrata pubblicamente per la prima volta alla Drupa, a Düsseldorf (Germania), dal 31 maggio al 10 giugno.

Leggi Let’s Drupa per approfondire.

Si è parlato di Massivit 3D anche al FESPA Italia DAY. Leggi l’articolo su WIDE

 

Lüscher continua a innovare nella flexo e serigrafia

drupa-banner

L’azienda svizzera presenterà a drupa le sue nuove linee di prodotto, che comprendono l’innovativo modello di imagesetter XPose! dedicato alla tecnologia flexo e un nuovo sistema CtP ibrido «all-in-one».
Dopo l’acquisizione, avvenuta la scorsa estate, del 100% delle azioni di Lüscher, Heliograph Holding, nuova proprietaria di Lüscher Technologies AG, ha deciso di ridefinire il corporate design del costruttore svizzero, affinché sia in linea con la Corporate Identity del Gruppo Heliograph. Oltre ad adottare i colori della Capogruppo per il logo aziendale, la nuova identity della società comprende anche una riprogettazione di tutte le brochure di prodotto e un nuovo layout del sito web. Il nuovo Corporate Design è stato lanciato il 1° maggio 2016.

Luescher-Logo-farbig-RGB-LR

XPOSE! FLEXLINE – Il CTP per applicazioni flessografici
A drupa 2016, Lüscher Technologies AG, mostrerà un nuovo modello della sua linea di prodotti XPose! Si tratta dei nuovi CTP XPose! FlexLine con i modelli 330L con formato 42×60 pollici e 360L con formato 50×80 pollici. I modelli della linea Flexline combinano una doppia ottica rivoluzionaria a 2540/5080 dpi (HD e Full HD). I visitatori di drupa potranno toccare con mano la facilità d’uso di questo sistema. La gamma XPose! Flex è stata progettata per gli stampatori flessografici con esigenze di alta produttività e trova impiego anche nella stampa di sicurezza con risoluzioni ottiche fino 12.000 dpi. Questa soluzione è stata concepita in modo tale da poter esporre qualsiasi matrice di stampa ad ablazione digitale con strato LAMS. L’esclusiva architettura Lüscher del tamburo interno, che hanno reso famoso il marchio Luscher nel mondo, consente il caricamento rapido delle lastre, senza fermi o nastrature, assicura massima flessibilità per quanto concerne le dimensioni delle lastre, elimina la necessità di un tamburo magnetico e, soprattutto, garantisce una registro perfetto.

MULTIDX! 320 IN AZIONE – Un CTP in grado di esporre differenti matrici di stampa
In occasione della kermesse, sarà presentato un ulteriore sviluppo della consolidata soluzione MultiDX! 220, denominato MultiDX! 320, un sistema Computer to Plate «all-in-one». La nuova configurazione 320 è dotata di autofocus dinamico, che regola automaticamente eventuali irregolarità sulla superficie della lastra in maniera dinamica fino 0,5 mm durante l’esposizione. Inoltre, MultiDX! 320 può essere equipaggiato con un massimo di 128 diodi laser aumentando notevolmente la produttività del CTP. Con questo sistema universale, possono essere esposti tutti i materiali di stampa digitali quali: telai serigrafici, matrici serigrafiche rotative, tipografiche, flessografiche, offset, tampografiche, magnesio, alluminio o rame. Grazie all’esclusiva tecnologia ibrida, il CtP MultiDX! a letto piano è in grado, infatti, di esporre qualsiasi matrice di stampa ad ablazione digitale con strato LAMS.
Ultimo ma non meno importante, Lüscher si presenta con una novità sorprendente per applicazioni flessografiche.

Le attrezzature saranno dimostrate a DRUPA: HALL 16 – STAND C07

NTG Digital presenta la stampa 3D di grande formato

 

Proviene da Israele una novità nella stampa 3D con uno speciale gel a indurimento UV, che rivoluziona la stampa di oggetti di grandi dimensioni anche per display, arredo e creazioni artistiche.

Massivit 3D, azienda israeliana con 35 dipendenti, presenterà a DRUPA 2016 una soluzione completa di hardware, software e materiali di consumo che permetterà alle aziende di stampare oggetti di grandi dimensioni (180H x 150L x 120P cm) a grande velocità.
NTG Digital è partner commerciale in Italia e i suoi tecnici saranno a disposizione nello stand (Hall 07a / B40) per illustrarne tutti i segreti agli imprenditori italiani.
Massivit 3D è stata fondata nel giugno 2013 da 3 soci con esperienza nello sviluppo di soluzioni di grandi formati per l’industria della stampa digitale (Idanit, Scitex Vision e HP Scitex): Moshe Uzan, Igor Yakubov e Gershon Miller, quest’ultimo uno dei fondatori di Objet, fusasi nel 2012 con Stratasys (SSYS), oggi una delle due più grandi aziende di stampa 3D.
Come start up, Massivit 3D gode del sostegno di un grande gruppo di investitori e dei fondi del “Chief Scientist di Israele” l’ente governativo a sostegno delle imprese innovative. Tutti i prodotti Massivit 3D sono brevettati e altri brevetti, tra cui elementi importanti che fanno parte del processo di stampa, sono in corso in approvazione.

Dov’è la novità
Ci sono varie soluzioni di stampa 3D che utilizzano diverse tecnologie, tuttavia la soluzione Massivit è molto diversa da tutte le altre tecnologie oggi sul mercato.
Il cuore di questa soluzione è la tecnologia GDP, il materiale di stampa Dimengel Massivit. Una tecnologia unica basata sul Massivit ‘Gel Dispensing Printing’ (GDP) che non esiste su altri sistemi di stampa 3D. Questo gel a polimerizzazione UV consente al sistema di stampa Massivit 3D, di costruire oggetti ad alta velocità rispetto a qualsiasi altro sistema attualmente sul mercato e consente inoltre di risparmiare una notevole quantità di materiale senza l’aiuto di sostegni, salvo rari casi. Per questo Massivit permette di stampare oggetti di dimensioni più grandi con una velocità superiore a qualsiasi sistema di stampa 3D oggi sul mercato. Massivit 3D è in grado di stampare fino a 35 cm di altezza all’ora. Il tempo di stampa, dipende ovviamente dalle dimensioni e dalla forma o complessità dell’oggetto: per esempio impiega circa 5 ore per stampare la scultura di un essere umano in piedi (‘Adamo’) in dimensioni reali, e la stampante può essere utilizzata nello stesso tempo di stampare in contemporanea anche un altro oggetto (magari Eva).
[…]
Leggi l’articolo completo su Metaprintart.it

Se ne parla anche su ItaliaGrafica.com e PrintPub

 

Risultati vincenti con le soluzioni CTP Lüscher Technologies

luescher-logo

Con i rivoluzionari sistemi CtP a letto piano MultiDX! e XPoseFlex! a tamburo interno, Lüscher Technologies conferma la sua capacità d’innovazione tecnologica con soluzioni che consentono la massima  flessibilità nei settori delle etichette e del packaging.Le conferme arrivano direttamente dagli utilizzatori.

Grazie all’esclusiva tecnologia ibrida, il CtP MultiDX! a letto piano, sviluppato dall’azienda svizzera Lüscher Technologies, è in grado di esporre qualsiasi matrice di stampa ad ablazione digitale con strato LAMS, sia esse tipografiche che flessografiche. Oltre alle lastre offset, il sistema permette l’esposizione di tutte le lastre ad ablazione in poliestere, lastre per tampografia, magnesio e di tutte le forme di stampa per la tecnologia serigrafica (rotativo e piano). È inoltre possibile utilizzare qualsiasi dimensione e forma, riducendo così al minimo gli scarti di taglio. Con la gamma MultiDX! è possibile decidere liberamente il numero di gruppi laser necessari alle proprie esigenze produttive. Le risoluzioni native vanno da 1200 dpi a 10160 dpi nei formati 800x600cm (MDX-220) e 1300x1100cm (MDX-240).
La gamma XPose! Flex è stata progettata per gli stampatori flessografici  con esigenze di  alta produttività e trova impiego anche nella stampa di sicurezza dove è leader mondiale. È stato concepito in modo tale da poter esporre qualsiasi matrice di stampa ad ablazione digitale con strato LAMS, come le lastre flessografiche, tipografiche, serigrafiche, verniciate e offset, nonché le pellicole. Le risoluzioni native vanno da 1200 dpi a 10160 dpi e nella versione XL il CTP XPose! Flex è in grado di esporre lastre flessografiche con formato fino a 1340x2900mm ad alta velocità  indipendentemente dallo spessore delle stesse.
Sentiamo dalla voce degli utilizzatori quali sono i plus di queste due soluzioni.

Il bilancio di Grafical
L’azienda veronese Grafical, nata nel 1984 come realtà di stampa commerciale, ha deciso di installare questo sistema 3 mesi fa e ora può trarre un bilancio dei risultati raggiunti. La posizione geografica dell’azienda situata nell’area del Valpolicella e l’obbiettivo di crescita la portano nel tempo ad ampliare la propria offerta. Nel 2000 inizia, così, la produzione di etichette autoadesive in bobina con tecnologia offset. Successivamente, il reparto di stampa offset viene ampliato con altre macchine, integrate con unità opzionali per la nobilitazione come la stampa a caldo e gruppi flexo per la verniciatura e il bianco su carte trasparenti, oltre ad una linea di stampa serigrafica. Ultimo, ma non meno importante, l’investimento in stampa digitale che consente di produrre brevi tirature personalizzate, ma di elevata qualità.
La necessità di innovare l’impianto di prestampa analogico, ormai obsoleto, ha portato l’azienda ad installare l’unità CtP MultiDX!. “Il nostro obiettivo – spiega Sebastiano Lonardi, direttore generale di Grafical – era fornire ai nostri clienti degli impianti precisi della massima qualità, di conseguenza abbiamo scelto di investire su un sistema CtP laser che ci garantisse elevata affidabilità sia in termini di produzione che di precisione. Proprio per la nostra produzione serigrafica, abbiamo optato per il Computer to Screen della Lüscher. Il produttore svizzero in questo ambito ha un know how e un’esperienza in termini di R&D che non è paragonabile ad altri”.
Secondo Lonardi, i maggiori vantaggi ottenuti sono stati innanzitutto la rapidità, con cui oggi l’azienda può produrre le lastre e i telai serigrafici, rispondendo così tempestivamente alle richieste del cliente; in secondo luogo, la precisione e la sicurezza che questa tecnologia garantisce. Lo staff di NTG Digital, che commercializza in Italia le soluzioni Lüscher Technologies, ha supportato con competenza tutto il processo di postvendita e assistenza. “I tecnici Lüscher – racconta Lonardi – si sono rivelati estremamente preparati e hanno dimostrato l’affidabilità del sistema sia nelle prove realizzate che in fase di training sulla macchina”.

I risultati di Grabo con il sistema di XPoseFlex!
Anche Grabo, una realtà unica nel panorama italiano specializzata nella produzione di palloni gonfiabili, ha deciso recentemente di installare in azienda il CtP XPoseFlex per la produzione di lastre fotopolimeriche da utilizzare sulle proprie macchine flessografiche. L’azienda infatti è specializzata nella stampa flessografica con formato lastre fotopolimeriche  fino a 1200x920mm. L’arrivo del sistema ha trasformato il processo produttivo in maniera radicale da analogico a digitale.
“Abbiamo deciso di fare questo passo – ci spiega Mirko Campagna, responsabile della prestampa – per migliorare la qualità dei prodotti che forniamo, inoltre ci garantisce maggiore precisione rispetto al vecchio sistema. Al momento possiamo dirci estremamente soddisfatti dei risultati che stiamo ottenendo”.
Altri fattori che hanno portato alla scelta sono sicuramente la robustezza del sistema che garantisce una durata nel tempo e l’elevato rapporto prezzo-prestazioni. Secondo Grabo, il sistema XPoseFlex assicura inoltre dei costi di produzione competitivi, ideali per un’azienda che produce matrici flexo per la propria produzione.  “I commerciali e tecnici di NTG Digital – conclude – ci stanno accompagnando in questa fase iniziale e rispondono immediatamente a qualsiasi esigenza”.

Per ulteriori informazioni:
Ignazio Binetti
NTG Digital srl
Corso Sempione, 215
20014 Legnano (Milano)
ignazio.binetti@ntg.it

Sistemi NTG presenti a Labelexpo 2015

labelexpo-2015

NTG presenta al prossimo Labelexpo 2015, tutti i sistemi per il settore delle etichette e della flexo

La storica azienda NTG Digital può vantare la più ampia offerta commerciale nel mercato delle etichette autoadesive e del packaging flessibile, grazie alla partnership con importanti aziende di riferimento, tutte presenti a Labelexpo 2015.
Qui di seguito le anticipazioni dei sistemi che saranno presenti e dimostrati:
SPGPrints (HALL 8 stand A10)
Sistema di stampa digitale modulare a getto d’inchiostro UV denominata DSI. Dotata di teste di stampa Xaar con risoluzione visiva di 1000 dpi, la DSI ha velocità di stampa fino a 700 mq/h in larghezze di banda da 135 a 330/530 mm. La piattaforma di stampa standard comprende i quattro gruppi CMYK, estendibile a sei colori con arancio e viola che permettono di coprire il 90% della gamma Pantone. Un gruppo primer digitale e un gruppo bianco opaco digitale, permettono le rese migliori su supporti flessibili e trasparenti. La DSI può essere integrata con gruppi flexo e con un sistema di finitura semirotativo con tutte le opzioni disponibili. Il sistema è in grado di stampare su un’ampia scelta di supporti vinilici, plastici, trasparenti e cartacei per una moltitudine di applicazioni, incluso packaging flessibile e campionature di cartoncino teso fino a 600 micron. Durante la manifestazione ci saranno presentazioni del sistema in produzione reale.
Allen Datagraph System Inc. (HALL 9 stand B61)
La società americana presente sul mercato sin dagli anni ’80 ha prodotto soluzioni produttive nel mondo delle etichette ai converter, a centri stampa digitali e alle piccole e medie industrie che si stampano internamente le proprie etichette in bassa tiratura nei settori del food, del beverage, della cosmetica e delle industrie in generale.
La gamma di sistemi di stampa per etichette ADSI comprendono tecnologie avanzate come l’inkjet e le tecnologie a LED come per i sistemi CENTRA ed AXXIS. Le soluzioni prevedono non solo le stampanti ma anche sistemi di finishing, “all in one” come la fustella, la rimozione dello sfrido, la laminazione e il taglio in linea di bobine in piccolo formato.
ADSI presenterà in anteprima mondiale la nuova tecnologia HP PageWide applicata su stampante per produrre etichette di alta qualità. Questa stampante chiamata CYPHER permette di stampare ad una velocità di 30metri al minuto, utilizzando inchiostri ad acqua pigmentati (per lunga durata). La qualità è garantita da una risoluzione di 2400×1200 dpi. Altre informazioni saranno comunicate durante la manifestazione.
Lüscher Technologies AG (HALL 7 stand D23 – presso Daetwyler)
Lüscher, sempre presente nel palcoscenico della stampa, presenta a Labelexpo le sue soluzioni innovative per produrre molteplici matrici di stampa con un solo sistema CTP.
Con il nuovo sistema CTP MultiDX! una esclusiva tecnologia ibrida, è in grado di incidere qualsiasi forma di stampa ad ablazione digitale con strato LAMS quali: lastre tipografiche, waterless, lastre serigrafiche (Rotary), telai serigrafici, magnesio, tampografia, fotopolimeri per matrici flexografiche, lastre di acciaio a doppia emulsione, lastre offset, lastre di verniciatura, ecc. con risoluzioni native da 1200 dpi a 10160 dpi nei formati 800×600 cm.
L’ammiraglia della Luscher per le applicazioni flessografiche è il CTP Xpose!Flex ad altissima produttività che copre formati lastra polimerici fino a 2900x1340cm e oltre. Xpose!Flex è stato progettato per gli stampatori narrow web, di etichette e di packaging.

Colordyne Technologies (HALL 9 stand C65)
Con sede a Brookfield , Wisconsin, Colordyne Technologies, leader nella produzione di soluzioni di stampa digitale efficienti e ad alta risoluzione alimentati da tecnologie Memjet. Dal 2011, Colordyne si è impegnata a fornire stampanti inkjet per una vasta gamma di applicazioni nell’ambito della produzione di etichette, rivoluzionando efficienza, alta qualità e costi. Colordyne offre un’ampia gamma di soluzioni di stampa che vanno alle stampanti da tavolo a 18 m/min fino ad arrivare a sistemi industriali da 100m/minuto incluso sistemi di finitura e fustella laser.  Tra le soluzioni Colordyne, anche un gruppo di stampa da integrare nelle macchine da stampa tradizionali, così da ottenere un sistema di stampa misto digitale/analogico: Colordyne Retrofit.

Colordyne è l’unica azienda oggi presente sul mercato con una soluzione industriale ad alta produttività e qualità che utilizza la tecnologia “waterfall” della Memjet, famosa azienda americana che per prima ha sviluppato una tecnologia di teste di stampa “print in one pass” a velocità incredibili e con una goccia minima (drop size) di 1,2 picolitri.
Serie CDT 3600 Laser Pro

A Converflex NTG Digital si fa notare con le soluzioni Allen Datagraph Systems

Soluzioni innovative capaci di attirare l’attenzione del pubblico, curiosità e interesse da parte degli operatori del settore, spazi e tempi adeguati per rispondere alle richieste: questi gli ingredienti che hanno caratterizzato la positiva partecipazione di NTG Digital a Converflex, l’evento italiano dell’anno per il package printing, converting e labelling.

“Una fiera equilibrata, in termini di spazi, tempi e visitatori”, questa l’opinione di Ignazio Binetti, Direttore vendite e marketing NTG Digital, che a conclusione della fiera si dice soddisfatto di aver preso parte ad un evento che, sicuramente, ha attirato l’attenzione del mercato. “Rispetto alle precedenti edizioni, – prosegue – la frequenza di visitatori non è stata altissima, ma si tratta di un aspetto che avevamo già messo in conto. Comunque, abbiamo incontrato operatori molto qualificati, interessati e con il desiderio reale di investire. Abbiamo avuto il tempo necessario per rispondere a tutti, grazie anche alla competenza dello staff presente al nostro stand. Inoltre, riteniamo sia stata un’ottima idea quella di aver creato una sinergia tra più fiere, che ha portato alla partecipazione di un target diversificato su differenti settori industriali, oltre naturalmente a molti visitatori stranieri”.
Tre i prodotti presentati, innanzitutto il sistema di stampa digitale e finishing iTech AXXIS HS di Allen Datagraph Systems, ideale per la produzione di etichette in basse tirature e personalizzate. Sicuramente è stato il polo di attrazione maggiore, perché la soluzione è stata presentata per la prima volta in Italia proprio in questa fiera. Insieme alla soluzione inkjet digitale, in grado di stampare alla velocità di 7,6 metri al minuto, era in mostra anche il sistema di finishing all in one offline, in grado di plastificare e fustellare le etichette, rimuovere lo sfrido e riavvolgere la bobina in un unico passaggio anche con taglio verticale. “I visitatori – spiega Binetti – sono rimasti impressionati dalla versatilità e compattezza di questo sistema: occupa infatti poco spazio, garantendo ben quattro differenti funzioni. Grande interesse è stato dimostrato anche da parte di molti clienti Indigo e Xeikon, per i quali il sistema può rappresentare una soluzione a basso costo ed entry level per rispondere rapidamente alle esigenze di finishing”.
Per quanto riguarda le tecnologie Allen Datagraph Systems, oltre all’interesse dimostrato da parte dei label converter, non è mancata l’attenzione delle piccole e medie industrie del beverage e del food. “Oggi gli etichettifici sentono molta pressione da parte dei clienti finali per la realizzazione di ordini in basse tirature, che non sono certamente convenienti con le tecnologie convenzionali. È proprio su tirature tra le 500 e le 1500 etichette, che l’investimento nei nostri sistemi risulta davvero vantaggioso. L’altro lato della medaglia è rappresentato dai clienti finali, le industrie, che hanno sempre più spesso necessità di produrre internamente etichette in basse tirature e hanno compreso i benefici, in termini di costi produttivi, che l’installazione dei sistemi Allen Datagraph possono garantire loro”.
Lo staff di NTG Digital ha potuto presentare anche il sistema di stampa digitale inkjet a bobina DSI, targato SPGrints. Sebbene non presente fisicamente in fiera, la macchina ha riscosso interesse: dotata di testine Xaar con risoluzione visiva di 1000 dpi, la DSI è una rotativa modulare a getto d’inchiostro UV, con velocità di stampa fino a 700 mq/ora in larghezze di banda da 135 a 530 mm. Il sistema sarà in dimostrazione live alla prossima Labelexpo 2015 a settembre a Bruxelles.
Ultimo, ma non meno importante, l’attenzione riservata al rivoluzionario sistema CtP a letto piano MultiDX! del produttore svizzero Lüscher Technologies “In questi ultimi anni, – conclude Binetti – la riduzione dell’uso del film da parte di serigrafi e flessografi ha spostato l’attenzione sulle soluzioni Computer to Plate, per la produzione diretta delle lastre. In questa fiera, abbiamo avuto conferme che c’è un forte interesse verso questa tecnologia: questo momento ricorda il passaggio dalle fotounità ai CtP, avvenuto circa 10 anni in ambito offset. Nel settore flexo e serigrafico, ovviamente il processo sta avvenendo più lentamente, per la situazione economica in cui ci troviamo, nella quale le aziende sono più attente agli investimenti”.
Il sistema CtP a letto piano MultiDX! del produttore svizzero Lüscher Technologies consente la massima flessibilità nella stampa industriale. Grazie all’esclusiva tecnologia ibrida, il CtP MultiDX! è in grado di incidere qualsiasi forma di stampa ad ablazione digitale: lastre flessografiche, lastre tipografiche, serigrafiche, waterless, tampografiche, telai serigrafici, in magnesio, lastre di acciaio a doppia emulsione, offset, di verniciatura, ecc.

 

Per ulteriori informazioni:
Ignazio Binetti
NTG Digital srl
Corso Sempione, 215
20014 Legnano (Milano)
ignazio.binetti@ntg.it

NTG Digital torna a Converflex nel segno dell’innovazione

In occasione di Converflex, l’evento italiano dell’anno per il package printing, converting e labelling, in programma a Fiera Milano-Rho dal 19 al 23 maggio 2015, NTG Digital si presenta con una rinnovata e ampliata gamma di soluzioni in ambito packaging ed etichette.

Grazie alla partnership consolidata con Lüscher e ai recenti accordi di distribuzione conclusi con SGPrints e Allen Datagraph Systems, l’azienda si presenterà da protagonista alla prossima edizione di Converflex. La società, infatti, potrà vantare sul proprio stand un portfolio di soluzioni in grado di rispondere alle diverse esigenze degli operatori, sia per le tecnologie di stampa convenzionali che per la produzione digitale, dedicata in particolare al settore etichette.
Sullo stand sarà in dimostrazione, infatti, il rivoluzionario sistema CtP a letto piano MultiDX! del produttore svizzero Lüscher. Si tratta di una soluzione tecnologica innovativa che consente la massima flessibilità nella stampa industriale. Grazie all’esclusiva tecnologia ibrida, il CtP MultiDX! è in grado di incidere qualsiasi forma di stampa ad ablazione digitale con strato LAMS, come ad esempio: lastre flessografiche, lastre tipografiche, serigrafiche, waterless, tampografiche, telai serigrafici, in magnesio, lastre di acciaio a doppia emulsione, offset, di verniciatura, ecc. Le risoluzioni native vanno da 1200 a 10160 dpi nei formati 800×600 cm e 1300×1100 cm.
In ambito etichette, i visitatori potranno toccare con mano le potenzialità applicative e tecnologiche del sistema di stampa digitale inkjet a bobina DSI, targato SGPrints. Dotata di testine Xaar con risoluzione visiva di 1000 dpi, la DSI è una macchina rotativa modulare a getto d’inchiostro UV, con velocità di stampa fino a 700 mq/ora in larghezze di banda da 135 a 530 mm. La piattaforma di stampa standard comprende i quattro gruppi CMYK, estendibile a sei colori con arancio e viola che permettono di coprire il 90% della gamma Pantone. Un gruppo primer e un gruppo bianco opaco consentono le rese migliori su supporti flessibili e trasparenti. La DSI può essere integrata con gruppi flexo e con il sistema di finitura semirotativo della AB Graphics.
Ultimo, ma non meno importante, l’accordo finalizzato con Allen Datagraph Systems permetterà a NTG Digital di presentare in anteprima in Italia i sistemi di stampa e finitura di etichette ADSI, ideali per basse tirature e personalizzazioni. I modelli sono disponibili in tre differenti configurazioni in base alla produttività. Il sistema di stampa digitale iTech Talon è in grado, infatti, di stampare in bobina con tecnologia Epson MicroPiezo inkjet a velocità di 1,3 metri al minuto.
Il sistema di stampa digitale iTech Axxis HS si posiziona in una fascia di produttività più elevata, si caratterizza per il motore di stampa a toner Led OKI, capace di raggiungere velocità di 7,5 metri al minuto.
Al top della gamma, il sistema di stampa denominato iTech Centra HS, per produzioni digitali di etichette fino a 1000 metri lineari per lavoro. Stampa con tecnologia a toner LED da bobina a bobina ad una velocità fino a 9,1 metri al minuto. Ogni sistema di stampa è abbinato con una soluzione di finishing all in one, in grado di plastificare e fustellare le etichette, rimuovere lo sfrido e riavvolgere la bobina in un unico passaggio.
NTG aspetta i visitatori di Converflex al Pad. 2 – Stand N27!
Per ulteriori informazioni:
Ignazio Binetti
NTG Digital srl
Corso Sempione, 215
20014 Legnano (Milano)
ignazio.binetti@ntg.it