Il CtP Lüscher MDX 220 ottimizza il flusso per l’incisione cliché di Foto&Lito

luescher-logo

Stare al passo con i tempi, lavorare con tecnologie all’ avanguardia offrendo alla clientela massima precisione, elevata qualità e rapidità nel servizio: questa la filosofia che ha fatto il successo di Foto&Lito, che da oltre 30 anni opera nel campo dell’incisione dei cliché per la stampa a caldo e rilievo. Anche l’ultimo investimento nel CtP MultiDX! 220 di Lüscher è stato messo a punto in una prospettiva di evoluzione continua.

Foto&Lito, con sede a Quinto de’ Stampi, a sud di Milano, ha fatto della competenza e della specializzazione nell’ incisione dei cliché un modello di produzione e di business esclusivo. Nel corso degli anni è stata in grado di sviluppare nuove tecniche di lavorazione mantenendo il ritmo del progresso tecnologico, grazie all’acquisizione di know how e investimenti continui.
“Foto&Lito è stata pioniera in Italia nell’ incisione dei cliché per la stampa a caldo e rilievo in contemporanea, utilizzando centri a controllo numerici, comunemente definiti pantografi. Un primato che gli ha consentito di ottenere importanti riconoscimenti da parte della clientela” – ci racconta Roberto Piccirillo, titolare dell’azienda insieme al fratello Claudio.
Tra le peculiarità di Foto&Lito vi è sicuramente una struttura flessibile che consente di rispondere alle richieste con tempi di reazione rapidi. La clientela è focalizzata principalmente nei settori della cartotecnica e delle etichette sul territorio nazionale e qualche azienda con sede oltreconfine. In particolare, le lavorazioni dell’azienda sono destinate ai settori dolciario, copertinatura di libri di pregio e packaging di lusso, soprattutto in ambito profumeria.
Nell’area dell’incisione digitale, il parco macchine è costituito da attrezzature all’ avanguardia che consentono la consegna tempestiva dei lavori senza trascurare la qualità. L’investimento nelle nuove tecnologie è un aspetto fondamentale su cui il cliente può contare, insieme ad un servizio personalizzato. La gamma di prodotti va dai cliché in magnesio di diverso spessore, cliché in ottone per rilievo a secco tridimensionale e braille, microincisioni per ologrammi anticontraffazione, contromatrici termoformate con perni di registro e in nylon. Non manca in azienda il reparto per la finitura dei cliché, con attrezzature atte al taglio, perforazione e filettatura. In questo reparto molte operazioni sono svolte ancora manualmente, quasi un “arte” in cui la precisione è tutto.
L’installazione del sistema MultiDX! 220 di Lüscher, avvenuta a fine settembre, è stata definita nell’ottica di velocizzare la produzione e ottenere una qualità superiore rispetto alla lavorazione tradizionale, che avviene ancora in qualche caso attraverso la pellicola.Tra i vantaggi ottenuti – spiega Roberto Piccirillo – vi è sicuramente una maggiore rapidità di scrittura, che va ad incidere positivamente su tutto il flusso produttivo. Considerata la duttilità della macchina, sia in termini di rapidità che di performance, la differenza rispetto alla lavorazione tradizionale è notevole. La lastra incisa con il CtP mostra una maggiore pulizia, garantendo gli standard elevati a cui siamo abituati”.

Ctp Luscher
Il sistema MultiDX!, grazie all’ esclusiva tecnologia ibrida, è in grado di esporre una completa gamma di supporti di stampa ed è compatibile con la maggior parte delle tecnologie di produzione di lastre e forme di stampa. Oltre alle lastre offset, il sistema è in grado di eseguire l’esposizione di tutte le lastre ad ablazione in poliestere, acciaio e alluminio e di tutte le forme di stampa per la stampa serigrafica.
Con l’implementazione della nuova tecnologia di incisione digitale, Foto&Lito ha eliminato il passaggio della pellicola. “Grazie all’eliminazione dell’utilizzo di prodotti chimici e solventi – spiega Roberto Piccirillo – questa tecnologia garantisce un minore impatto ambientale e migliora le condizioni di lavoro. Questo, inoltre, sta portando benefici anche in termini di riduzione dei costi. La produzione delle pellicole è destinata a diminuire e probabilmente ad interrompersi definitivamente, quindi questo passaggio al digitale era per noi ormai d’obbligo. Le proposte finora considerate non ci avevano convinto fino in fondo, quando invece abbiamo sperimentato le potenzialità del sistema Lüscher non abbiamo avuto più dubbi”.
I CtP Lücher sono rivenduti in esclusiva in Italia da NTG Digital. Il supporto dell’azienda è stato ottimo, affermano in Foto&Lito, nel post-vendita i tecnici hanno risposto velocemente ad ogni richiesta. Tutte le parti di ricambio sono comunque facilmente accessibili per garantire una manutenzione semplice e immediata.

CON MASSIVIT 1800 PICTOGRAPHICS SI PROPONE DI ACQUISIRE NUOVO BUSINESS E ACCRESCERE IL POTERE COMPETITIVO

Massivit3D Stampa 3D grande formato

Lod (Israele), XX novembre 2017 – Massivit 3D Printing Technologies ha annunciato oggi che Pictographics, azienda dedita alla stampa di insegne e display, ha installato una soluzione Massivit 1800 per aumentare le vendite di nuovi progetti di comunicazione visiva 3D altamente innovativi e differenziarsi dalla concorrenza.

Pictographics è un’azienda a conduzione familiare che fornisce servizi di stampa con sede a Las Vegas. L’acquiasto di Massivit 1800 promuoverà la crescita della gamma già esistente di display e insegne 2D. Con una lunga reputazione come pioniere di nuove tecnologie, lo stabilimento produttivo di Pictographics ora include otto tecnologie di stampa distinte e una varietà di frese CNC. Massivit 1800 aggiunge una nuova dimensione creativa a questa poliedrica azienda e al suo team altamente qualificato.
“Con un portafoglio clienti variegato che interessa svariati settori di mercato, riceviamo spesso richieste di produzioni personalizzate. Pertanto, abbiamo bisogno di un’ampia gamma di apparecchiature e di un team creativo per giungere al prodotto finale” dichiara Craig M. Miller, Presidente e CEO di Pictographics.

stampa 3d

 

“Grazie alla sua capacità di stampa 3D di progetti espositivi allettanti, Massivit 1800 rafforzerà notevolmente la gamma di applicazioni da noi offerta, sbloccando nuove opportunità di business e potenziando il nostro vantaggio competitivo. Il sistema è stato integrato facilmente nella nostra sede produttiva e il suo impatto sarà semplicemente… enorme!” aggiunge.
Le funzionalità della Massivit 1800 stanno già attirando clienti esistenti e potenziali. Miller e il suo team sono convinti che l’entusiasmo scagionato dalle nuove applicazioni 3D genererà anche interesse nelle stampe 2D leader di mercato dell’azienda, accrescendo il volume di vendite per l’intero portfolio di prodotti. Le applicazioni del sistema Massivit 1800 possono essere rifinite anche con la tecnologia di stampa 2D e la lavorazione 3D, accrescendo maggiormente le entrate dell’attività primaria dell’azienda.
“Il nostro obiettivo è stato sempre quello di differenziare il business, il brand e i prodotti dei nostri clienti dalla massa” continua Miller. “La Massivit 1800 ci offre uno strumento veramente potente per continuare su tale scia e mantenere la nostra reputazione di pionieri di tecnologie veramente all’avanguardia.”
Avner Israeli, CEO di Massivit 3D, conclude: “Siamo felicissimi che Pictographics abbia scelto la soluzione di stampa 3D Massivit 1800 per realizzare i suoi obiettivi aziendali e ci auguriamo che la nostra stretta collaborazione garantisca il loro successo”
“Grazie alle tante opportunità offerte, sempre più aziende stanno scegliendo questa tecnologia per migliorare la loro gamma di applicazioni, promuovere una crescita redditizia e sviluppare un business a prova di futuro.”

Stampa 3D ed interior decoration nel cuore di Milano

Massivit3D Stampa 3D grande formato

Sismaitalia ha aperto ufficialmente un esclusivo showroom dedicato a stampa 3D e stampa digitale in grande formato nella capitale della moda e del design. Questo spazio espositivo fa parte del progetto realizzato con Allestire Decor Lab, ovvero un laboratorio creativo per vedere e toccare con mano le soluzioni innovative realizzate tramite diverse tecniche di decorazione individuale.

Specializzata nella stampa digitale per il settore dell’out of home, Sismaitalia da sempre rivolge le sue attività al mondo della GDO. Innovazione, moltiplicazione e strategia sono da sempre i valori che contraddistinguono la società. Sismaitalia ha scelto di investire nel progresso, installando la prima Stampante 3D di Grande Formato firmata Massivit in Italia.
Allestire Decor Lab è il nuovo show room, ubicato in via Tortona a Milano, è il luogo dove Sismaitalia può dimostrare di poter realizzare arredi di design unici. Questo spazio presenta al mercato la nuovissima divisione di Stampa 3D, ad oggi dedicata allo sviluppo di design produttivi e funzionali per ogni tipo di committente.
Architetti, Designer, Allestitori e privati sono sempre alla ricerca di nuove soluzioni per rendere più originali spazi, prodotti e allestimenti. Allestire Decor Lab è un‘occasione di incontro per trasmettere al mondo della progettazione soluzioni, tecnologie e idee per poter esprimere al meglio la creatività.

interior design stampa 3dinterior design stampa 3dinterior design stampa 3dinterior design stampa 3dinterior design stampa 3d

 

 

 

 

 

 

La stampante 3D Massivit 1800 installata presso lo stabilimento produttivo di Sismaitalia consente l’utilizzo di un materiale all’ avanguardia che migliora il processo di produzione dalla stampa alla rifinitura dell’oggetto 3D: GDP –Gel Dispensing printing.
Questa tecnologia unica consente di utilizzare la stampante ad alta velocità. Non richiede sostegni durante la produzione dell’oggetto (salvo rari casi). Cuore del sistema è il prodotto di costruzione, costituito da un gel che si polimerizza alla luce UV durante la fase di stampa. La tecnologia GDP permette di ottenere un perfetto equilibrio tra velocità di movimento e velocità di polimerizzazione/indurimento del materiale. Questa tecnologia rende Massivit 1800 la più veloce stampante 3D oggi disponibile.

Nuova installazione italiana per Massivit 3D 1800 nell’ automotive, prima nel settore!

Massivit3D Stampa 3D grande formato

NTG Digital ha messo a segno una terza installazione del sistema di stampa 3D di Massivit, questa volta a beneficiare delle potenzialità e dei vantaggi della tecnologia sarà l’azienda torinese IFEVS, specializzata in progettazione di auto elettriche ed e-bike, la stampante 3D sarà utilizzate per prototipi di parti di carrozzeria.

L’azienda torinese IFEVS si occupa fin dalla sua nascita, come start-up tecnologica all’avanguardia, della progettazione di mini auto elettriche e di minifabbriche per la produzione delle stesse per conto terzi. Alla sua guida vi è l’Ing. Pietro Perlo, che per molti anni ha svolto il ruolo di direttore alla ricerca della più grande casa automobilistica italiana.
IFEVS ha deciso di implementare nel suo reparto produttivo il sistema di stampa 3D Massivit 1800, perché oggi questa soluzione è unica nelle sue dimensioni e nella capacità produttiva. È, infatti, in grado di progettare e prototipare oggetti di grandi dimensioni, come le parti di carrozzeria. Normalmente, il processo produttivo avviene in tempi molto rapidi rispetto a quelli tradizionali.
Da azienda capace di guardare al futuro, IFEVS ha colto le opportunità produttive di questa tecnologia. La macchina è infatti in grado di produrre oggetti di dimensione fino a 180 cm di altezza per 120 cm di profondità e di 150 cm di larghezza. È ideale quindi per la costruzione di parti e componenti automobilistici. Il sistema Massivit 1800 è la stampante 3D di grande formato più veloce disponibile sul mercato. Al cuore della soluzione è la tecnologia proprietaria del GDP (Gel Dispensing Printing) che consente la solidificazione istantanea e la stampa ad alta velocità. La IFEVS è la prima azienda che installa nel settore automotive una stampante 3D di queste dimensioni.

 

ifevs stampa 3d prototipo

 

NTG Digital rappresenta in esclusiva per l’Italia la società israeliana Massivit 3D Printing Technologies. L’accordo di distribuzione prevede la commercializzazione e la vendita sul territorio della stampante 3D Massivit 1800 di grande formato e del materiale di stampa Massivit Dimengel. NTG fornisce inoltre il supporto e i servizi post-vendita grazie al suo team di specialisti.

Ignazio Binetti, NTG VP Sales & Marketing, ha commentato: “Per noi questa installazione è estremamente importante, poiché rappresenta il primo passo della tecnologia Massivit 3D in Italia in ambito industriale, essendo la prima installazione a livello mondiale nel settore automotive. Con questa installazione abbiamo dimostrato che la nostra tecnologia può essere una valida opportunità anche per il settore manifatturiero italiano, e non soltanto per il mondo della comunicazione, della promozione e dell’automotive”.
L’installazione della stampante Massivit 1800 presso lo stabilimento IFEVS è stata effettuata in queti giorni ed ha già iniziato a produrre i primi pezzi.

Se ne parla anche su 3Dprintingcreative

Grande successo a Labelexpo per Domino N610i

Domino Logo

Dal momento in cui Labelexpo 2017, svoltosi a Bruxelles dal 25 al 28 settembre, ha aperto le sue porte, lo stand Domino Digital Printing Solutions è stato sempre affollato di visitatori.

Uno dei primi clienti accolto con entusiasmo allo stand è stato Iban Cid, presidente di Germark, una società di stampa con sede a Barcellona, che ha acquistato il sistema di stampa a getto d’inchiostro a 7 colori per etichette Domino N610i, in dimostrazione sullo stand.
Noto per essere un grande innovatore nel campo delle etichette, Germark è stata la prima azienda in Spagna nel 2000 ad investire in un sistema di stampa digitale per etichette. Iban infatti ha commentato: “Germark si caratterizza da sempre per un business che guarda avanti, capace di innovare costantemente e cercare proattivamente di offrire soluzione redditizie che contribuiranno a decretare il successo dei marchi dei nostri clienti. Siamo lieti di poter introdurre la tecnologia a getto d’inchiostro Domino nel nostro portfolio, offrendo ai nostri clienti l’opportunità di essere più competitivi e consentendoci allo stesso tempo di offrire loro un servizio migliore”.
Anche Antonio Romero e Angel García, co-proprietari dell’azienda spagnola Adhesivos Romero García con sede a Murcia, hanno fatto tappa allo stand Domino per siglare l’ordine per 5 sistemi di stampa inkjet per etichette Domino N610i. Antonio ha affermato: “Questo è il nostro primo investimento nel digitale a getto d’inchiostro, una tecnologia che rappresenta il perfetto complemento alla nostra tecnologie di stampa convenzionale già implementata in-house. Questo investimento ci permetterà di approcciare nuovi target di mercato, che in precedenza non siamo mai stati in grado di raggiungere”.

Domino Labelexpo 2017

Il giorno successivo, i rappresentanti di Emballage Gruppen, il secondo più grande produttore di astucci pieghevoli in Danimarca e Dan Labels, l’azienda specializzata in etichette all’interno del Gruppo, hanno voluto assistere alla dimostrazione del sistema a getto d’inchiostro UV a 7 colori ibrido Domino N610i/ABG. Hanno lasciato lo stand come orgogliosi nuovi proprietari del sistema. Nuove vendite della Domino N610i, sia come sistema stand alone che ibrido, sono proseguite nei giorni successivi dello show, incluse le vendite a due delle prime 5 multinazionali di stampa di etichette.

Domino lancia nuovi inchiostri UV per la stampa di shrink sleeve, un solo inchiostro per due applicazioni

Domino Logo

In occasione di Labelexpo 2017, svoltosi a Bruxelles dal 25 al 28 settembre, Domino Printing Solutions ha lanciato la nuova gamma di inchiostri UV, ideali anche per la realizzazione di stampe per applicazioni di supporti termoretraibili.

Presso il proprio stand, Domino ha dimostrato la stampa sui materiali standard più utilizzati per le applicazioni di supporti termoretraibili, realizzata con la nuova serie di sei inchiostri UV90 implementati sul sistema inkjet N610i. I riscontri ottenuti sono stati ampiamente positivi.

I nuovi inchiostri hanno eccellenti proprietà fisiche per la stampa di etichette autoadesive, ma normalmente, rispetto al toner, gli inchiostri inkjet su shrink sleeve non sono adatti. Tuttavia, con questa ultima innovazione tecnologica, tutti i problemi su materiali plastici sono stati risolti e con un solo inchiostro è possibile produrre etichette standard e sleeves.

samples domino printerDomino propone il sistema N610i fornito in una configurazione ibrida che comprende una stazione flexo dopo il modulo N610i per la stampa di uno strato di bianco sul fondo, destinato ad applicazioni shrink sleeve. Questa combinazione offre una soluzione estremamente economica capitalizzando tutti i vantaggi della stampa digitale, quali cambi lavoro istantanei, minimo scarto del supporto e capacità di stampa a dati variabili, combinata con la tecnologia flexo per la stampa di elementi non digitali che richiedono alte quantità di inchiostro.
Philip Easton, direttore di Domino Digital Printing Solutions, ha commentato: “Le risposte dell’industria indicano che molte delle applicazioni realizzate con toner vengano utilizzate come produzioni prototipo e prodotti con vita breve. Questo è principalmente motivato dall’ elevato costo unitario e bassa velocità di produzione della tecnologia laser.

Il sistema a getto d’inchiostro ad alta velocità Domino N610i, con una produttività di 70m/min, combinato con un modulo di stampa flexo a basso costo per la stampa del bianco sul fondo, offre una proposta diversa e sarà una tecnologia dirompente. L’interesse e la risposta dei visitatori sono stati estremamente positivi e incoraggianti durante Labelexpo. Infatti, uno dei nostri partner OEM ha confermato una vendita durante la fiera di una linea Domino in configurazione ibrida, progettata per stampare sia etichette autoadesive che termoretrabili”.
Domino ha accolto al proprio stand molti visitatori internazionali per dimostrare dal vivo il nuovo modulo di stampa digitale integrato K600i White su una linea di finishing Graphimecc con un secondo K600i per la stampa del nuovo inchiostro UV fluorescente. Questa soluzione è ideale per la stampa di sicurezza e la protezione del marchio per proteggersi contro il commercio parallelo e l’anti-contraffazione.

NTG Digital e Massivit 3D, sponsor degli Oscar dei parchi divertimento

Massivit3D Stampa 3D grande formato

Il 12 e 13 ottobre presso il parco acquatico CanevaWorld, sul lago di Garda, si è tenuto il prestigioso evento “Parksmania Awards” alla presenza dei rappresentanti di tutti i maggiori Parchi divertimento italiani. NTG Digital e Massivit 3D hanno partecipato in qualità di Gold Sponsor.

 

Giunto alla sedicesima edizione, il prestigioso riconoscimento viene assegnato ogni anno dalla testata giornalistica Parksmania.it ai parchi di divertimento italiani ed europei che si sono maggiormente distinti durante la stagione per specifiche iniziative nel settore amusement. Un premio riconosciuto a livello internazionale come uno degli eventi più importanti del settore e che vede ogni anno la partecipazione dei rappresentanti dei migliori parchi italiani ed europei e aziende leader di mercato operanti nel campo del divertimento.
“Con questa partecipazione – spiega Ignazio Binetti, NTG VP Sales & Marketing – abbiamo voluto informare gli addetti ai lavori delle potenzialità tecnologiche che possiamo offrire. Grazie al nostro sistema di stampa 3D, Massivit 1800 è possibile sfruttare una tecnologia alternativa per la produzione di oggetti tridimensionali di grandi dimensioni presenti in elevata quantità nei parchi tematici e acquatici. L’interesse degli operatori è stato elevato e i nostri clienti utilizzatori, come Sismaprint e Colorzenith, sono già in contatto per la realizzazione di nuovi progetti”.
Quale ringraziamento per la sponsorship, l’organizzazione ha fatto omaggio di una targa ricordo al team di NTG Digital.

parksmania 2017
I Parksmania Award sono considerati gli Oscar dei parchi divertimento. Fra le categorie premiate figurano, tra le altre, il Parco dell’anno, il Parco acquatico dell’anno, il Migliore Personale, la Migliore Nuova Attrazione.
NTG Digital rappresenta in esclusiva per l’Italia la società israeliana Massivit 3D Printing Technologies. L’accordo di distribuzione prevede la commercializzazione e la vendita sul territorio della stampante 3D Massivit 1800 di grande formato e del materiale di stampa Massivit Dimengel. NTG Digital fornisce inoltre il supporto e i servizi post-vendita grazie al suo team di specialisti.

Con il CtP Lüscher MDX UV-Flex, Eurocliché investe in qualità e sostenibilità

luescher-logo

Il connubio tra innovazione tecnologica e valorizzazione delle risorse umane, oltre alla costante attenzione per gli aspetti organizzativi, consente ad Eurocliché di rispondere con la massima flessibilità alle esigenze del mercato. Anche la recente installazione del CtP Lüscher MDX UV-Flex è in linea con la volontà di crescere e rinnovarsi, per ottimizzare continuamente il processo produttivo.

 

Eurocliché inizia la propria attività nel 2003 con una precisa connotazione: una struttura giovane e dinamica in grado di assicurare ai propri clienti flessibilità e rapidità nell’evasione degli ordini. L’azienda, guidata da professionisti con una lunga esperienza nel settore, è specializzata nella produzione di cliché in magnesio, alluminio e ottone per stampa a caldo e a rilievo.
Oggi, grazie ad un assetto societario rinnovato nel 2014, l’azienda è in grado di sviluppare, con intuito e passione, soluzioni ottimali per il controllo qualitativo della produzione affiancando alla flessibilità una maggiore efficienza e qualità del prodotto.
Il connubio tra innovazione tecnologica e produttiva e valorizzazione delle risorse umane, oltre alla costante attenzione per gli aspetti organizzativi consente all’azienda di allargare il proprio bacino di utenza e puntare sull’internazionalizzazione.
“Oggi la nostra clientela è rappresentata da cartotecniche, etichettifici e stampatori, – spiega Elena Belotti, di Eurocliché – che offrono effetti di stampa a caldo e rilievo per prodotti di elevata qualità. Il nostro cliente principale è una multinazionale americana che stampa liquori di prestigio. La strategia di rimanere snelli ci ha consentito di offrire sempre un servizio rapido e flessibile: non abbiamo diversificato l’offerta, ma ci siamo fortemente specializzati”.
La soddisfazione dei clienti è da sempre obiettivo della mission aziendale, garantita da continui investimenti tecnologici e dalla costante collaborazione di personale altamente qualificato.
Nel corso degli anni, l’azienda non ha smesso di crescere in organico, idee e impianti tecnologici senza mai trascurare investimenti volti a ridurre l’impatto ambientale della fotoincisione, oltre che una corretta gestione degli smaltimenti.
Abbiamo macchinari tradizionali per l’incisione chimica del magnesio con gli impianti per l’abbattimento dei fumi e sistemi di ricircolo delle acque. – racconta Elena. – Siamo tra le poche aziende che utilizzano un magnesio ‘verde’ che non prevede l’uso della trielina, che richiede un procedimento complesso di utilizzo. Ci teniamo a tutelare oltre all’ambiente anche la salute di chi lavora per noi”.

MultiDX!Luscher ctp
La scelta del nuovo CtP Luscher MDX UV-Flex IR 830 HP ha anch’essa alle base delle motivazioni che si orientano in una logica di eco-sostenibilità. Le tradizionali fotounità infatti prevedono l’utilizzo di due sostanze chimiche, lo sviluppo e il fissaggio, che sono dannose per la salute degli utilizzatori. “Con l’installazione del nuovo impianto di produzione lastre, – spiega Elena – il nostro obiettivo era fare un passo avanti nella direzione di azienda green, passando ad un’incisione a laser senza emissioni di sostanze chimiche. Un altro aspetto non secondario è la questione della qualità. Il sistema di impressione laser garantisce una risoluzione più elevata con una definizione maggiore dei dettagli. Il nuovo CtP è stata la risposta a quello che cercavamo per i nostri clienti. Abbiamo coniugato il fatto di poter ottenere una risoluzione maggiore con la nostra attenzione al rispetto ambientale”.
Oggi il CtP, installato alcuni mesi fa, lavora a ciclo completo e da allora non ha mai smesso di funzionare. E i benefici non si sono fatti attendere: oltre all’eliminazione di sostanze tossiche e nocive dal ciclo produttivo e una maggiore rapidità nel processo, è stato eliminato il procedimento di ritocco delle lastre dopo l’esposizione; anche gli errori e i rifacimenti si sono ridotti ulteriormente. Come già detto, l’azienda ha ottenuto un notevole miglioramento nella qualità dell’immagine, oltre alla riduzione dei consumi energetici grazie ad un sistema ad elevata efficienza energetica che non richiede tempi di riscaldamento.
Nel settore della stampa riveste particolare importanza l’affidabilità dei tempi di consegna oltre che una qualità controllata e costante della produzione. Per questo, pur essendo l’incisione chimica più veloce rispetto a quella meccanica, è nata l’esigenza per Eurocliché di ridurre ulteriormente i tempi necessari alla produzione di cliché ottimizzando il processo produttivo.
“Abbiamo chiesto a NTG di studiare per noi tutta la parte del workflow e dei software, creando un programma capace di gestire tutto il flusso operativo che, con l’introduzione del CtP, è diventato più flessibile. Oggi è necessario seguire e controllare il processo in modo completo in tutte le fasi di lavorazioni”.
La voglia di crescere e fare investimenti in innovazione tecnologica anno dopo anno è il pilastro di una strategia aziendale consolidata, che mette al centro da sempre il cliente.

Se ne parla anche su Converter

 

Domino lancia una nuova soluzione di workflow per il settore delle etichette

stampa etichette industriale

Domino Digital Printing Solutions mira all’industria delle etichette con la sua ultima soluzione di flusso di lavoro DFE (Digital Front End) progettata per le stampanti a colori N Series. Con una migliore velocità di funzionamento e un’automazione semplificata, DFE v2.0 mantiene la compatibilità con l’ultimo codice di programmazione Esko e può lavorare con diversi formati VDP (stampa di dati variabili). Le complete potenzialità di DFEv2.0 saranno esposte nello stand di Domino a Labelexpo Europe 2017 (stand 9A60, Brussels Expo, 25-28 settembre 2017).

“L’integrazione dei flussi di lavoro è una componente fondamentale per un efficiente processo di stampa digitale che non va sottovalutato”, spiega Simon Howes, Product Manager – Digital Printing Solutions in Domino. “La gestione efficace delle tempistiche di stampa, ottimizzandone la qualità, deve essere garantita, soprattutto per settori orientati in funzione dei marchi commerciali come l’etichettatura e l’imballaggio”.
La nuova anteprima, Domino ScreenPro, semplifica il flusso di lavoro combinando diversi processi in un singolo JDF workflow,  aumentandone così la velocità e l’efficienza, oltre a consentire l’operatività completa di VDP e le funzionalità aggiuntive in DFEv2.0. Rispetto a DFEv1.2, l’aumento delle velocità di elaborazione del lavoro è significativo e ha un impatto notevole quando si utilizzano file PDF di più pagine per la stampa dei dati variabili. Ad esempio, il rapporto RIP-to-print della versione più recente di ScreenPro è quattro o cinque volte più veloce della precedente soluzione DFE.

Domino digital front end

L’introduzione del nuovo flusso di lavoro JDF significa che l’automazione è ulteriormente migliorata. Non c’è più necessità di conversione manuale di file , mentre le informazioni chiave come “lead-in / lead-out”, “numero di copie per quantità” o “lunghezza di esecuzione della stampa” possono essere passate direttamente dal dispositivo alla stampante digitale riducendo l’intervento dell’operatore al minimo assoluto.
“Mentre la velocità e l’automazione sono le due doti che caratterizzano di più una stampante per etichette, anche la versatilità ha un ruolo importante”, dice Howes “il nuovo flusso di lavoro permette ora di lavorare con diversi formati VDP, con i file PDF multipagina e PDF / VT per la stampa di dati variabili, codici a barre e codici a barre 2D, offrendo alla stampante una gamma più ampia di opzioni su cui lavorare”.
“Con questo nuovo flusso di lavoro, Domino dispone gli stampatori di etichette di una piattaforma completa per gestire la produzione integrata e non c’è posto migliore per mostrare i vantaggi di questa tecnologia di Labelexpo Europe, conclude Howes. “Non vediamo l’ora dell’apertura della fiera a Settembre quando accoglieremo i visitatori al nostro stand Domino “.